Articoli

Piacevole e combattuta  partita all’Acquacetosa, con risultato finale che arride  ai patavini lasciando alla Lazio molti rimpianti per i soli 6 punti raccolti  in una prima frazione di gioco in cui le mancate finalizzazioni di alcune occasioni, hanno pesato sullo score finale. Nel secondo tempo il Petrarca ingrana la marcia e grazie anche ad alcuni cambi centrati, in venti minuti ribalta il risultato scavando un solco definitivo nel punteggio.

Primo tempo di grande equilibrio, testimoniato dal punteggio finale (6 a 6) con una Lazio più pimpante ma che non finalizza le occasioni create per errori veniali ma decisivi. Un piazzato e due drop usciti di poco, alcune scelte di gioco da gestire forse con maggior lucidità e un ritmo che mette spesso in difficoltà i patavini ma che si concretizza con i soli due piazzati di Calandro, replicati da parte petrarchina  dai due calci di Menniti Ippolito.

La ripresa invece è di tutt’altro stampo, con una Lazio meno grintosa, il Petrarca  accellera e in venti minuti segna ben tre mete, tutte di analoga fattura, con una serie di multifase nei 22 biancocelesti concretizzati da un pack arrembante. Le mete di Francescato e del MoM di giornata Targa e quella tecnica accordata da Liperini, concretizzano il gap definitivo nel punteggio. Ma la Lazio reagisce, e su una palla rubata a metà campo, imbastisce una bellissima azione in velocità che porta alla meta di Giacometti al centro dei pali. Trasformazione di Kotze e punteggio che va sul 13 a 25. I biancocelest i,spinti dal pubblico, provano a conquistare il meritato bonus difensivo, ma l’epilogo è amaro con una” amnesia” difensiva che consente a Menniti di prender palla nei 22 laziali e depositarla indisturbato in meta. E’ la meta del bonus per il Petrarca ed anche l’epilogo finale del match che si conclude sul 13 a 30 finale. Lazio che ancora una volta raccoglie meno di quanto meritato, ma il gioco espresso e l’attitudine positiva mostrata  in ogni match, lasciano sperare in un finale di stagione (L’Aquila e Viadana in casa) più ricco di soddisfazione per la giovane compagine biancoceleste.

 

Roma, CPO Giulio Onesti  - Sabato 16 Aprile 2016 – ore 15:30

Eccellenza, XVI  giornata

IMA LAZIO RUGBY 1927   – PETRARCA PADOVA  13-30 (6–6)

Marcatori: 6’ cp Menniti Ippolito (0-3); 10’ cp Calandro (3-3); 20’ cp Menniti Ippolito (3-6); 22’ cp Calandro (6-6); 55’ M. Targa (6-11); 60’ M. Francescato tr. Fadalti (6-18); 68’ meta di mischia tr. Fadalti (6-25); 76’ Giacometti tr. Kotzè (13-25); 80’ M. Menniti Ippolito (13-30)

IMA LAZIO RUGBY 1927: Kotzè; Rigo; Musso (35’ Panetti); Giacometti; Giancarlini; Calandro (74’ Giangrande); Bonavolontà; Ymaz; Filippucci (C)(63’ Nitoglia) ; Brancoli (68’ Romagnoli) ; Damiani (VCap); Fratalocchi (40’ Riedi); Vannozzi (43’ Rochford – 68’ Di Roberto); Lupetti (63’ Amendola); Di Roberto (43’ Bolzoni)

All. Pratichetti, Coppeto

PETRARCA PADOVA: Menniti Ippolito; Fadalti; Belluco (53’ Favaro); Benettin; Bettin; Nikora; Soffiato (48’ Francescato); Larsen (41’ Nostran); Conforti (Cap) (48’ Trotta); Targa; Michieletto (54’ Salvetti); Gower; Rossetto (40’ Acosta); Ferraro (VCap); Milani (41’ Iacob)

All. Cavinato

arb. Liperini

GdL: Angelucci, Belvedere

Quarto Uomo: Romani

Cartellini: 32’ Giallo Michieletto (Petrarca) ;54’ Giallo Riedi (Lazio)

Man of the Match: Targa (Petrarca)

Calciatori: Menniti-Ippolito 2/2 ; Calandro 2/3; Fadalti 2/4; Kotzè 1/1

Note: Giornata nuvolosa con vento moderato, spettatori 400 circa

Punti conquistati in classifica: IMA LAZIO RUGBY 1927  0   -  PETRARCA PADOVA 5

 

ALLENAMENTI MINIRUGBY (4-12 anni)

Martedì e Giovedì 17:00 - 18:30

Sabato 14:30 - 16:00