Articoli

Photo credit Roberto Proietto

Roma- La Lazio esce sconfitta dalla caserma "Gelsomini" per 20 a 13, nonostante la grande partita giocata e per lunghi tratti dominata. Nel primo tempo buon avvio delle Fiamme che si portano avanti nel punteggio grazie al preciso piede di Filippo Buscema e alla meta del tre quarti ala Marcello  De Gaspari. Dopo questa marcatura inizia però un vero e proprio monologo in attacco della Lazio, con innumerevoli occasioni mancate di un soffio per portarsi avanti nel punteggio. Veramente troppe le  ghiotte occasioni  gettate alle ortiche dalla Lazio. Le poche capitate ai cremisi venivano invece capitalizzzate grazie al piede di Buscema, che metteva nel paniere quei punti che si sono rivelati decisivi alla fine del match. Non sono dunque bastati ottanta minuti di grande livello ai biancocelesti per portarsi a casa il derby d’andata di campionato. L’ennesima sconfitta di un soffio  lascia quel senso di incompiutezza per una vittoria che per molti addetti ai lavori presenti oggi  a Ponte Galeria, sarebbe stata pienamente  meritata dalla  Lazio. L’ennesimo punto di bonus  guadagnato, mai come  stavolta sta stretto ai giovani biancocelesti vittime però della loro poca concretezza realizzativa.  L'auspicio dei tifosi  è che il percorso di crescita intrapreso dovrà necessariamente portare a quelle vittorie che la Lazio vista oggi in campo merita ampiamente.

“Siamo molto amareggiati per non essere riusciti a portare a casa una partita ampiamente alla nostra portata” ha dichiarato il capitano biancoceleste Alfonso Damiani “Nonostante una grande partita giocata ci troviamo ancora a commentare una sconfitta. Dobbiamo continuare a lavorare e a combattere per migliorarci ancora”.

LA CRONACA DEL MATCH: Le Fiamme aprono subito le danze al 2’ con il calcio piazzato realizzato dal numero dieci Filippo Buscema, che sfrutta un calcio di punizione concesso dall’arbitro Blessano La Lazio reagisce subito allo svantaggio e si propone più volte nella metà campo avversaria, fino a trovare il calcio piazzato che vale il pareggio all’11’ con l’estremo Massimo Cioffi. Al 16’ le Fiamme Oro trovano ancora la via dei pali con Filippo Buscema e allungano nel punteggio 6-3. Nella prima parte del match fase di studio tra le due compagini, senza rilevanti azioni offensive da ambo le parti. L’equilibrio viene rotto a fine primo quarto di gara dalla meta cremisi di De Gaspari, bravo a concretizzare un’apertura al largo dei tre quarti ospiti. La Lazio negli ultimi venti minuti di tempo spreca troppo, non riuscendo a trovare la via dei pali con Cioffi in tre occasioni. Troppe le occasioni mancate dai biancocelesti che per il gioco offensivo e la grande attitudine in difesa meritavano se non altro il pari nel punteggio. Nel secondo tempo ancora solo Lazio in campo: la meta biancoceleste dopo numerosissimi tentativi arriva al 49’ con Nicolas Coronel su un pallone recuperato da calcio nei 22 avversari. Il neo entrato Calandro trasforma per il temporaneo 11-10. Tre minuti più tardi Fiamme Oro ancora per i pali con Buscema che realizza il momentaneo  14-10. La Lazio nonostante una manifesta superiorità in mischia chiusa e un netto predominio nel gioco aperto non riesce a finalizzare con punti pesanti. Al 67’ le Fiamme Oro nella prima occasione in cui varcano la metà campo avversaria rinunciano a giocare e vanno per i pali, allungando sul 17-10. Il calcio piazzato dell'ex Calandro riaccendeva le speranze di rimonta della Lazio, vanificate però dal drop del solito Buscema davvero preciso  in ogni occasione quest’oggi. Il triplice fischio di Blessano con la Lazio ancora in attacco concludeva un derby tiratissimo che non ha certo annoiato i tanti appassionati presenti oggi alla caserma “Gelsomini”.

Roma, Caserma “Stefano Gelsomini” – venerdì 23 dicembre 2016

Eccellenza, VI giornata

Fiamme Oro Rugby v SS. Lazio Rugby 1927 20-13 (11-3)

Marcatori: p.t. 2’ cp Buscema (3-0), 11’ cp Cioffi (3-3), 16’ Buscema (6-3), 19’ m. De Gaspari (11-3) ; s.t. 48’ m. Coronel tr. Calandro (11-10), 52’ cp Buscema (14-10), 67’ cp Buscema (17-10), 75’ cp Calandro (17-13), 78’ drop Buscema (20-13)

Fiamme Oro Rugby: Sapuppo; De Gaspari, Seno, Massaro, Bacchetti; Buscema, Marinaro; Amenta, Cristiano, Zitelli; Caffini, Fragnito (Duca 56’); Di Stefano (Tenga 54’), Vicerè (Kudin 62’), Cocivera (Cenedese 70’)

All. Casellato

SS. Lazio Rugby 1927: Cioffi; G.Giancarlini, Coronel, Giacometti (68’ Santoro), Toniolatti; Miller (Calandro 41’), Bonavolontà D. (Giangrande 62’); Casolari (68’ Venditti), A. Giancarlini, Lamaro; Pierini, Damiani(cap); Alvarado (Bolzoni 59’), Cugini (Di Roberto 45’ - Copetti 65’), Copetti (Lupetti 45’).

All. Montella

arb. Blessano

Cartellini: -

Calciatori: Buscema (5/6), Cioffi(1/4), Miller (0/1), Calandro (2/2);

Note: Giornata soleggiata, senza vento e terreno in condizioni ideali. Man of the match premiato dal vice presidente della Federazione italiana Rugby, Salvatore Perugini. Spettatori: circa 850

Punti conquistati in classifica: Fiamme Oro Rugby 4 ; SS. Lazio Rugby 1927 1

Man of the match: Filippo Cristiano (Fiamme Oro Rugby)

ALLENAMENTI MINIRUGBY (4-12 anni)

Martedì e Giovedì 17:00 - 18:30

Sabato 14:30 - 16:00