Articoli

Roma- Un crollo disarmante nei primi venti minuti della ripresa non consente alla Lazio di portare a casa il derby. Le Fiamme Oro di Casellato passano 17-36 al Giulio Onesti dopo aver sofferto  solo un tempo davanti  ai biancocelesti. Nella prima frazione di gioco un ottimo avvio della Lazio faceva ben sperare i tanti tifosi accorsi quest’oggi all’Acqua Acetosa, con due mete segnate in avvio prima con  l’estremo biancoceleste Giulio Toniolatti al 18’ al  e al 34’  con il trequarti centro Vittorio Musso. A due minuti dal termine del primo tempo la Lazio conduceva il match per 17-3 davanti ad una squadra della Polizia di Stato in pieno torpore agonistico.Nel recupero della prima frazione però le Fiamme Oro trovano con il tallonatore  Valerio Vicerè la meta che riapriva il match,  su una ripartenza assistita sotto i pali dei padroni di casa. I biancocelesti rientravano negli spogliatoi così con un vantaggio di 17-10 sui “cugini” cremisi. Ad inizio ripresa la svolta del match con un improvviso e disarmante blackout laziale  che permetteva alle Fiamme Oro di andare in meta in tre occasioni in meno di dieci minuti. Il calo di concentrazione incredibile quanto inaspettato faceva progressivamente sfuggire dalle mani dei biancocelesti un derby importantissimo per la posta in palio.Alla fine del terzo quarto di gara infatti  i cremisi si trovano sopra di diciannove punti davanti ad una Lazio troppa remissiva e troppo poco concentrata per essere in partita.Non sono bastati gli ultimi quindici minuti giocati in attacco alla Lazio di Daniele Montella per riaprire un match, che per alcuni tratti del primo tempo sembrava già saldamente in pugno alla squadra di casa. Prossimo appuntamento per i biancocelesti a Reggio Emilia, in un match che appare già da oggi come l’ennesima occasione da non sbagliare per raggiungere l'agognata salvezza.

 
"Abbiamo giocato un primo tempo di livello primo di avere un passaggio a vuoto nei primi venti minuti della ripresa che ci è costato la partita, subendo un inspiegabile ed inaccettabile parziale di ventisei a zero" ha dichiarato il presidente della Lazio Alfredo Biagini "Non si può immaginare arrivati a questo punto un cedimento dopo aver segnato due mete nel primo tempo. Disattenzioni e cali di concentrazioni del genere si pagano a caro prezzo, come già accaduto in altre partite quest'anno". 

Roma, CPO “Giulio Onesti” Acqua Acetosa- Sabato 25 marzo 2017

Eccellenza- XV giornata

S.S.Lazio Rugby 1927 v Fiamme Oro Rugby  17-36 (17-10)

Marcatori: p.t.   18’ m Toniolatti tr. Calandro (7-0), 29’ cp Azzolini (7-3), 32’ cp Calandro (10-3), 34’ m. Musso tr Calandro (17-3), 40’ m Vicerè tr Azzolini (17-10),  43’ m Duca (17-10), 45’ m Bacchetti tr Azzolini (17-22), 51’ m. Wilbore tr Azzolini (17-29), 56’ m Sapuppo tr Azzolini (17-36)

S.S Lazio Rugby 1927: Toniolatti; Giancarlini G (40’ Giangrande)., Musso (77’ Gualdambrini), Giacometti; Santoro; Calandro (46’ Miller), Bonavolontà; Casolari; Filippucci (cap), Lamaro (66’ Giancarlini); Pierini, Damiani; Alvarado (55’ Bolzoni), Cugini, Di Roberto (55’ Copetti)

all. Montella

 

Fiamme Oro Rugby: Wilbore; De Gaspari, Seno, Quartaroli (56’ Sapuppo), Bacchetti; Azzolini (36’ Parisotto), Marinaro (46’ Martinelli) ; Caffini (69’ Mammana); Cristiano (68’ Cazzola), Bergamin; Fragnito, Duca; Tenga (41’ Di Stefano), Vicerè (41’ Moriconi), Iovenitti (41’ Cocivera)

 

all. Castagna

 

arb. Tomò (Roma)

AA1 Nobile (Frosinone) , AA2 Pier’Antoni (Roma), AA3 Paluzzi (Roma)

Calciatori: Calandro 2/3 (S..S  Lazio Rugby 1927) , Azzolini 5/6 (Fiamme Oro Rugby)

Cartellini: al 19’ giallo a Fragnito (Fiamme Oro Rugby)

Notegiornata soleggiata a Roma, spettatori presenti 1000 circa.

Man of the Match: Gianmarco Duca (Fiamme Oro Rugby)

Punti conquistati in classifica: S.S. Lazio Rugby 1927 0 , Fiamme Oro Rugby 5

 

 

  

ALLENAMENTI MINIRUGBY (4-12 anni)

Martedì e Giovedì 17:00 - 18:30

Sabato 14:30 - 16:00