07 Gen 2017, 20:41

La mancata trasformazione finale di Luca Calandro  insieme al triplice fischio finale dell’arbitro Liperini sancivano l’ennesima sconfitta stagionale per i biancocelesti. All’Acqua Acetosa andava in scena un copione purtroppo già visto  in questa stagione: la Lazio che dominava il match nella prima mezz’ora di gioco, per poi arrendersi agli avversari con il solito disarmante black out tra la fine del primo tempo e l’inizio del secondo. Basti pensare che al 32’ della prima frazione di gioco  la terza meta biancoceleste  faceva esplodere di gioia il folto pubblico presente quest’oggi all’Acqua Acetosa creando un break (21 a 3)che sembrava ormai quello decisivo. Ma a questo punto iniziava il solito film di quest’anno: difesa leggera, una sequela di disattenzioni difensive, indisciplina (due gialli)  e le tre mete fotocopia da penetrazione seguente a   touche subite facevano pendere  il risultato sul 29-30 finale in favore degli ospiti. A nulla è servita per ribaltare il risultato la meta finale realizzata all’80’ da Calandro sulla bandierina; all’apertura biancoceleste non è riuscita  la difficoltosa trasformazione  che avrebbe consentito alla Lazio di vincere la partita. Ennesima vittoria gettata alle ortiche per i biancocelesti, match fotocopia della sciagurata sconfitta casalinga contro il Piacenza: una prima mezz’ora ragguardevole per mole di gioco  e precisione tattica ,poi  il XV di Montella cedeva ancora una volta mentalmente ad un avversario cinico ed ordinato, ma non certo irresistibile. A fine partita il tabellone vedeva la Lazio portare a casa due soli punti, che come già accaduto troppe volte in questa stagione suonano veramente come una beffa per i biancocelesti. Unica magrissima consolazione per la Lazio l’ abbandono dell’ultimo posto in classifica ai danni del Piacenza, salendo  a quota 8 nella classifica generale. A fine partita davvero tanta amarezza negli occhi dei giocatori e dei tanti spettatori presenti oggi sulle gelide tribune del “Giulio Onesti”, ancora una volta la squadra di casa sperpera colpevolmente un vantaggio consistente ma soprattutto consegna, su di un piatto d’argento, punti pesantissimi ad avversari impegnati nella lotta per la salvezza. Il piccolo salto in classifica consente comunque ai biancocelesti di  rimanere attaccati ben saldi al gruppo salvezza. Servirà ora voltare pagina al più presto, recuperare quelle energie fisiche e soprattutto mentali necessarie per un proseguo di campionato impegnativo, in cui le sole sconfitte onorevoli potrebbero non bastare più.

Roma, CPO “Giulio Onesti” – Sabato 7 gennaio 2017

Eccellenza, VII giornata

S.S. Lazio Rugby 1927 v Conad Reggio 29-30 (21-17)

Marcatori: p.t. 14’ m. Lamaro tr Cioffi (7-0), 20’ m. Coronel tr Cioffi (14-0), 29’ cp Farolini (14-3), 32’ m. Coronel tr Cioffi (21-3), 38’ m. Martani tr Farolini (21-10), 40’ m. Martani tr Farolini (21-17)  s.t. 45’ cp Farolini (21-20), 52’ drop Farolini (21-23), 63’ m. Caminati tr Farolini (21-30), 70’ cp. Cioffi (24-30),80’ m. Calandro (29-30)

S.S. Lazio Rugby 1927 : Cioffi; Toniolatti, Coronel, Lo Sasso, Giancarlini(63’ Giacometti), Miller(63’ Calandro), Bonavolontà( 64’ Giangrande), De Lorenzi( 55’ Romagnoli), Filippucci (cap), Lamaro, Pierini, Damiani, Alvarado(44’ Bolzoni), Lupetti(45’ Cugini), Di Roberto( 55’ Copetti)

All.Montella, Coppeto

Conad Reggio: Orsenigo (32’ Ferrari), Daupi(50’ Caminati),Canali, Silva, Maghenzani(77’ Lanzano), Farolini, Cazenave(cap), Martani(40’ Balsemin), Rimpelli, Dell’Acqua,Visagie, Du Preez, Celona, Manghi, Bergonzini(50’ Quaranta).

All. Manghi

Arb. Liperini (Livorno)

AA1 Angelucci (Livorno), AA2 Giovanelli (La Spezia)

Quarto Uomo: Rosamilia (Roma)

Calciatori: Cioffi (S.S. Lazio Rugby 1927) 4/5, Farolini (Conad Reggio) 6/6, Calandro (S.S. Lazio Rugby 1927) 0/1

Cartellini: 40’ giallo a Lamaro (S.S. Lazio Rugby 1927),63’ giallo a Damiani(S.S. Lazio Rugby1927), 77’ giallo a Du Preez (Conad Reggio)

Note: campo pesante, giornata fredda. Spettatori presenti 1000 circa

Punti conquistati in classifica: S.S. Lazio Rugby 2; Conad Reggio 4

Man of the match: Farolini (Conad Reggio)

 

ALLENAMENTI MINIRUGBY (4-12 anni)

Martedì e Giovedì 17:00 - 18:30

Sabato 14:30 - 16:00


 
 

Il Primo XV in Italia