01 Ott 2012, 15:52

41 - 8: un risultato pesante da digerire. Una sconfitta che brucia e porta la squadra a riflettere sul proprio atteggiamento.

"Abbiamo fatto fatica a prendere la partita in mano, troppo deboli mentalmente." - queste le parole del coach Jimenez -  "Rovigo ha giocato un'ottima partita nonostante gli assenti in campo. 
Siamo stati superati sotto tutti gli aspetti, non solo dal punto di vista fisico ma soprattutto dal punto di vista mentale. Un risultato del genere dimostra che non siamo mai entrati in partita. Dopo L'Aquila eravamo entusiasti e dopo una sconfitta del genere è normale avere dei dubbi, ma è un punto dal quale ripartire.
Contro il Calvisano occorre fare un cambiamento, in particolare rispetto all'atteggiamento, che è stato il problema più grande a Rovigo al di la degli aspetti tecnici. Sicuramente dobbiamo migliorare l'approccio e affrontare le partite con un'altra mentalità, soprattutto contro squadre di questo calibro."
 
"Abbiamo sbagliato completamente l'approccio alla partita"- ha dichiarato poi il capitano Claudio Mannucci - "non siamo riusciti a rispettare l'avversario e a capire che quello che abbiamo fatto era soltanto la partita scorsa. Ci siamo portati l'entusiasmo della partita precedente e abbiamo sbagliato completamente l'approccio mentale. Con partite del genere bisogna avere la consapevolezza di affrontare squadre che sono più strutturate e che, se sottovalutate, ti fanno 50 punti. In confronto anche agli anni passati, non avevamo mai perso in questo modo. Abbiamo perso non solo sui punti di incontro, mischie e touche: la sconfitta più grande è  stata quella di non essere entrati in campo. Non sono affatto soddisfatto della mia prestazione.
L'unica cosa positiva della partita è che sabato prossimo torneremo in campo, e avremo la possibilità di fare meglio. Il resto è tutto da cancellare. Bisogna reagire, lavorare ed entrare in campo con la voglia di giocare. Non ci devono essere alibi."
 
I ragazzi intanto sono tornati all'Acqua Acetosa per preparare l'incontro di sabato prossimo contro i campioni d'Italia del Calvisano, un match importante nel quale dovranno dimostrare a sè stessi e a chi li sostiene di aver ritrovato la rotta giusta.

 


 
 
 
 
 

Il Primo XV in Italia