07 Apr 2018, 19:32

Roma- Il triplice fischio dell’arbitro trevigiano Claudio Blessano al termine della partita consegna alla Lazio una vittoria storica per 36 a 24 contro i primi in classifica e campioni d’Italia in carica.

Una prova straordinaria da parte dei biancocelesti, che hanno messo in campo per tutta la partita una grandissima attitudine e una veemente forza di volontà per battere l’avversario. Un successo storico per la giovane squadra del presidente Alfredo Biagini, che schianta all’Acqua Acetosa una squadra che negli ultimi anni ha monopolizzato il vertice del campionato italiano.

Nella partita numero 100 di capitan Carlo Filippucci i biancocelesti annichiliscono i calvini nel primo tempo, scavando il solco nel punteggio grazie alle mete segnate dal man of the match di giornata Ignacio Ceballos, dall’estremo Diego Antl e da un imprendibile Francesco Bonavolontà.

La Lazio riesce poi a resistere alle offensive dei bresciani con una super difesa ed una prestazione maiuscola di tutto il pack biancoceleste, ampiamente sugli scudi per tutto l’arco della partita. Da segnalare tra gli altri, la grandissima interpretazione difensiva del terza linea Luca Pagotto che ha placcato tutto il placcabile, del seconda linea Gabriele Cicchinelli e del terza centro Martin Freytes veri mattatori di un pack biancoceleste davvero encomiabile per l’abnegazione espressa in ogni fase del match.

La meta che accorcia le distanze per il Calvisano arriva al 41’,realizzata sull’out di destra da Zanetti, la marcatura portava così le squadre ad andare a riposo sul 22-5.

Nella seconda frazione non bastano le tre mete segnate dal Calvisano per rimettere in piedi una partita dominata nel primo tempo dalla Lazio, la vittoria biancoceleste si consolida con le marcature dell’ariete argentino Martin Freytes e del solito Ignacio Ceballos oggi meritato man of match. Grande festa finale in campo e sugli spalti,dove l’appassionato pubblico biancoceleste festeggia con emozione l’epilogo finale di un match da ricordare.

La Lazio porta dunque a casa cinque punti pesantissimi per il morale della squadra guidata da coach Montella e lascia intravedere nel finale di campionato, quegli auspicati progressi di gioco e di tenuta che fanno ben sperare per la prossima stagione.

 “Oltre alla grande contentezza per il risultato bisogna dire che i ragazzi hanno fatto una partita straordinaria contro un avversario importante” ha dichiarato il presidente Alfredo Biagini “C’è da chiedersi perché questa reazione è arrivata solo alla penultima di campionato con tante vittorie sfumate  per inerzie,ma in questa partita abbiamo tenuto il campo in modo eccezionale sfruttando al meglio tutti gli errori commessi dal Calvisano. Loro sono certamente una squadra solida e preparata ad ambire ad obiettivi importanti, ma in partite come questa alla fine la spunta chi ha più voglia di vincere e di portare a casa la partita. I ragazzi hanno avuto una grande tenuta nel secondo tempo con una grandissima prestazione in termini di concentrazione e di tenuta mentale e fisica. Bisogna certamente ringraziare tutti per la grande partita odierna,con un grazie particolare rivolto a Daniele Montella e a tutto lo staff per questa vittoria. Non è facile gestire una stagione con tante sconfitte, con vittorie sfumate all’ultimo mantenendo lo stesso alta la concentrazione e trovando sempre la strada per ripartire. Credo abbiano fatto un grande lavoro e questo gli va ampiamente riconosciuto. In questo momento godiamoci però questa importante vittoria”.  
 

Roma, CPO “Giulio Onesti” Acqua Acetosa- Sabato 7 aprile 2018

Eccellenza XVII giornata

S.S.Lazio Rugby 1927 v Patarò Calvisano 36-24 (22-5)

Marcatori: p.t. 5’ m.  Ceballos tr Ceballos (7-0) , 18’ m. Antl tr Ceballos (14-0), 24’ cp Ceballos (17-0), 26’ m. Bonavolontà F. (22-0), 40’ m. Zanetti (22-5) s.t. 45’ m. Susio tr Novillo (22-12), 61’ m. Freytes tr Ceballos (29-12), 71’ m. Ceballos tr Ceballos (36-12), 74’ m. Cafaro tr Novillo (36-17), 79’ m. tecnica Calvisano (36-24)

S.S Lazio Rugby 1927: Antl; Di Giulio, Guardiano, Giacometti (65’ Giancarlini); Bonavolontà F. (72’ Santoro); Ceballos, Bonavolontà D. (45’ Giangrande); Freytes; Filippucci (cap), Pagotto; Cicchinelli, Riedi (40’ Pierini); Forgini (68’ Amendola), Cugini, Di Roberto (58’ Marsella).

All. Montella

Patarò Calvisano: Tuimavave; Balocchi, Lucchin (15’ Mortali), De Santis (70’ Chiesa); Susio; Novillo, Semenzato; Venditti; Pettinelli, Archetti (cap), Andreotti (60’ D’Onofrio), Zanetti (16’-27’ Cafaro) 50’ Tuivaiti) (55’ Tuivaiti); Leso (50’Biancotti), Luccardi (60’ Giovanchelli), Fischetti (60’ Cafaro).

all. Brunello

arb. Claudio Blessano (Treviso)

AA1: Antonino Nobile (Frosinone) AA2: Francesco Pier’Antoni (Roma)

Cartellini: Al 15’ giallo a Fischetti (Patarò Calvisano), Al 79’ giallo a Filippucci (S.S. Lazio Rugby 1927) e  Venditti (Patarò Calvisano)

Calciatori: Ceballos (S.S. Lazio Rugby 1927) 4/5, Novillo (Patarò Calvisano) 2/3

Note: Giornata soleggiata, spettatori presenti 1200 circa.

Man of the Match: Ignacio Ceballos (S.S. Lazio Rugby 1927)

Punti conquistati in classifica: S.S. Lazio Rugby 1927 5, Patarò Calvisano 1

Domenica 18 Novembre 

TOP 12 - VIII giornata - Ore 14:30

Valorugby Emilia S.S. Lazio Rugby 1927

 

ALLENAMENTI MINIRUGBY (4-12 anni)

Martedì e Giovedì 17:00 - 18:30

Sabato 14:30 - 16:00


 
 

Il Primo XV in Italia