16 Apr 2018, 15:28

Ultima di campionato. Affrontiamo il Ragusa, squadra che all’andata ci ha fatto tracciare una linea con quello che siamo stati e che invece, in seguito siamo diventati.

La voglia di finire bene e vendicare la sconfitta dell’andata è notevole, entriamo in campo determinati e manteniamo il pallino del gioco fin dall’inizio. I nostri avversari si mostrano subito aggressivi e molto su di giri, ma sia tecnicamente sia emotivamente cerchiamo di gestirli, cosa che succede. Perdiamo dopo poco il nostro Luca Perrettini che è costretto ad abbandonare il campo per una distorsione alla caviglia, ma dopo un paio di ghiotte occasioni marchiamo la prima meta. La prima frazione è dominata dai nostri ragazzi, che avendo preparato adeguatamente la sfida riescono a imporre il piano di gioco prestabilito. Unica pecca è l’aver marcato soltanto 3 mete a fronte di una dei nostri avversari nell’unica discesa nella nostra metà campo. Il secondo tempo non caliamo, spingiamo sull’acceleratore e infiliamo mete in serie ai nostri avversari. Un plauso va fatto ai ragazzi del triangolo allargato che non hanno mai permesso, come già successo nelle partite precedenti, una liberazione serena da gioco al piede per i nostri avversari che ogni volta che provavano a scaricare la pressione hanno subito un contrattacco velenoso. La partita finisce con un sonoro 40 a 16 per i nostri ragazzi che vendicano la disfatta di dicembre.

In questo girone di ritorno abbiamo subito una sola sconfitta fra le mura amiche, rendendo un “fortino” quasi inespugnabile il nostro campo, affrontando in serie la seconda terza quarta e quinta del campionato. Un ringraziamento di cuore va ai nostri genitori per il supporto in tutti gli ambiti extra campo, senza il quale sarebbe stato impossibile gestire in maniera adeguata l’impegno. Alla società che è stata sempre presente, soprattutto nelle ultime giornate di campionato con i suoi rappresentanti, allo staff con cui ho avuto il piacere e l’onore di collaborare e confrontarmi sempre, per arrivare a ottenere la crescita che poi effettivamente c’è stata. In ultimo, ma non per ultimi i protagonisti e attori, tutti i ragazzi che si sono succeduti nell’arco della stagione. A loro i complimenti per la crescita stagionale, a dimostrazione che il lavoro paga e che nessun traguardo è precluso se ci si crede e se si lavora tutti insieme. Nella speranza che si possa far tesoro di quanto accaduto per la crescita umana e sportiva di ognuno.

Formazione: Cappellini, Ricci, Di Stefano, Beretta, Ciccolella, Rubattu, Trombetta, Pisa (c), Leo, Moscioni, Colangeli, Calabrò, Perrettini, Mezzapelle, Bianchetti

A Disposizione: Lopes, Bartucca, Di Marco, Ranaldi, Ruscito, Mazzarelli.

 

GLI APPUNTAMENI  DEL WEEKEND

Domenica 10 giugno- Acqua Acetosa- Ore 16

 Festa di fine anno S.S. Lazio Rugby 1927